Fotografie dai grandi spazi. Palazzo della Ragione, Milano

Una mostra interessante per chi ama i viaggi, i grandi spazi, l’avventura.

In questa mostra la fotografia è racconto e testimonianza, più che tecnica e ricerca estetica. Non aspettiamoci, visitandola, la maestria tecnica vista in “Genesi” di Salgado (ospitata sempre a Palazzo della Ragione questa estate). Bonatti era un esploratore che fotografava, Salgado è un fotografo che esplora.

Bonatti_fotografie_dai_grandi_spazi_fohptoto_blog

Walter Bonatti è popolare per le imprese alpinistiche degli anni cinquanta, tra cui la scalata del K2, ma le sue esplorazioni si sono spinte ben oltre l’ Himalaya. Le immagini raccolte in questa mostra provengono da ogni angolo del mondo esplorato da Bonatti: Africa, Sud America, Australia… 

Risalendo a quasi mezzo secolo fa, gli scatti in mostra sono privi di quella precisione un pò forzata a cui ci ha abituato la fotografia digitale, ma proprio per questo ci sembrano più autentici.

L’ attrezzatura di Bonatti, esposta all’ inizio della mostra, è anni luce indietro rispetto a quanto può offrire un odierno negozio sportivo specializzato per poche decine di euro. Inutile dire come questo aumenti il valore delle sue imprese, e a maggior ragione delle fotografie esposte (ebbene sì, perché mentre si trovava sulla parete di un ghiacciaio o tra le rapide di una cascata, trovava anche il tempo di scattare -o di farsi scattare- delle ottime fotografie).

Nell’ immagine di questo post ho cercato di restare fedele al senso della mostra, evidenziando la frase “peak conquered” e lasciando sullo sfondo, sfuocata, la parola photography. Per lo scatto ho usato uno smartphone (uno di quei “gadget” che avrebbero fatto molto comodo agli esploratori degli anni ’60).

Fotografie dai grandi spazi
Walter Bonatti 13 novembre 2014 — 8 marzo 2015

Related posts:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *